Progetto Salento

Imprenditori, Istituzioni, Cittadinanza attiva, Protagonisti del Salento che cambia

Saturday
Jul 20th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Politica e Attualità Economia Mecaflor S.r.L. e la floricoltura salentina

Mecaflor S.r.L. e la floricoltura salentina

E-mail Stampa PDF
Quando ancora in molti comuni della Provincia di Lecce si registravano alti tassi di emigrazione, tra la fine degli anni '50 e gli inizi degli anni '60, a Taviano, intrepidi e lungimiranti pionieri della floricoltura incominciavano a mettere a frutto nella propria terra, le conoscenze acquisite nel settore durante le loro esperienze oltre regione (in Liguria in particolare) gettando, così, le basi di quello che sarebbe divenuto, dopo qualche anno, uno dei settori più importanti dell'agricoltura salentina.

A partire da quegli anni eccezionali e grazie a quegli uomini formidabili il settore florovivaistico ha registrato un trend di crescita esponenziale e con esso anche l'economia locale, intendendo come tale anche quella di molti comuni limitrofi, così che sostenere lo sviluppo di centinaia di aziende e di migliaia di lavoratori divenne un esigenza sentita a livello provinciale.

Fu così che il 18 dicembre 1999 tra l'Amministrazione Provinciale di Lecce, guidata dal Presidente Lorenzo Ria, i Sindaci dei Comuni di Taviano, Racale, Melissano, Alliste e numerosi imprenditori, florovivaistici e non, fu siglato l'atto costitutivo di Mercaflor srl.: una società mista, pubblico-privata, avente per oggetto la gestione del mercato dei fiori del Comune di Taviano e creata per supportare il settore con strutture e servizi reali alle imprese.


 

Da allora Mercaflor gestisce uno dei sette mercati nazionali (Pescia, Viareggio, Napoli, Vittoria, Terlizzi e Leverano) alla produzione all'ingrosso di fiori recisi, fronde verdi, foglie, piante ornamentali e rappresenta uno dei principali centri di commercializzazione dell'Italia meridionale.

La struttura si estende su un'area di 20.000 metri quadrati, di cui 8.000 coperti, ed è dotata di 246 posteggi destinati ai produttori di fiori recisi e 15 ai vivaisti, 18 box (destinati alla commercializzazione di prodotti, attrezzature e articoli connessi all'agricoltura) e 12 celle frigo.

Per tre volte alla settimana (Lunedì-Mercoledi-Venerdi) i produttori salentini incontrano presso i locali di Mercaflor i loro clienti, rappresentati da commercianti al dettaglio e all'ingrosso provenienti da molti i comuni della provincia di Lecce, di Brindisi, di Taranto, di Bari, di Napoli, che provvedono a distribuire la produzione florovivaistica locale sia a livello provinciale sia a livello nazionale.

La mission di Mercaflor, però, non si limita solo ad offrire uno sbocco commerciale ai prodotti delle imprese florovivaistiche locali, funzione peraltro importantissima, ma a garantire, tra gli altri, anche servizi tesi alla:

a) promozione dei prodotti locali e del settore in generale;

b) internazionalizzazione delle imprese;

c) trasparente ed equilibrata formazione dei prezzi;

d) valorizzazione, promozione della ricerca e dello sviluppo tecnologico del settore;

e) alla formazione professionale.

In riferimento a questi aspetti gli ultimi anni sono stati ricchi di esperienze positive e di risultati eccezionali, pur in un contesto congiunturale difficile sia per le imprese private che per le finanze degli enti locali. Nonostante tutto, però, per raggiungere gli obiettivi di promozione delle produzioni, sia a livello nazionale che internazionale, Mercaflor ha promosso e sostenuto finanziariamente la partecipazione delle imprese locali a numerose fiere ed eventi specializzati, come Flora (Ercolano) nel 2007, nel 2008 e nel 2009, Miflor-Flormart (Padova) e Essen (Germania) nel 2008.

Ha provveduto alla realizzazione del sito-vetrina , tradotto anche in inglese, per offrire ai produttori la possibilità di presenziare, ciascuno con il proprio minisito, sulla rete internet.

Il riconoscimento del Distretto Florovivaistico "Puglia", l'ottenimento dell'uso dei marchi "Salento d'Amare" e "Fiori di Puglia" per le produzioni nostrane, promossi di concerto con l'Amministrazione Comunale di Taviano, sono ulteriori testimonianze del lavoro svolto e degli obiettivi raggiunti da Mercaflor nell'ambito della propria mission.

La collaborazione con gli uffici l'ICE e con l'ISMEA ha permesso alla società di organizzare e sostenere economicamente sia incontri e convegni sulle tematiche della logistica e dei finanziamenti alle imprese sia della loro internazionalizzazione tanto da ospitare, nel 2008 e nel 2009, le delegazioni estere di operatori commerciali del settore provenienti da circa 30 nazioni differenti a cui sono state presentate le aziende, le produzioni e il ruolo di Mercaflor per il settore.

Le contrattazioni all'interno del mercato sono attualmente condotte mediante trattativa privata (all'araba) e quindi non permettono una trasparente ed equilibrata formazione del prezzo. Pertanto Mercaflor, coerentemente con i suoi scopi, ha attuato diverse azioni per promuover l'adozione di metodi di commercializzazione più moderni e che rappresentano una valida alternativa all'attuale sistema di vendita per una maggiore tutela dei produttori e delle loro produzioni.

Mercaflor ha organizzato incontri e assemblee con la partecipazione di esperti del settore finalizzati alla promozione del sistema di vendita all'asta e ha sostenenuto economicamente circa 50 imprese salentine per effettuare un viaggio formativo-informativo (giugno 2009), presso uno dei mercati meglio organizzati e tecnologicamente avanzati in tema di asta telematica: il mercato di Scicli (Ragusa).

uando ancora in molti comuni della Provincia di Lecce si registravano alti tassi di emigrazione, tra la fine degli anni '50 e gli inizi degli anni '60, a Taviano, intrepidi e lungimiranti pionieri della floricoltura incominciavano a mettere a frutto nella propria terra, le conoscenze acquisite nel settore durante le loro esperienze oltre regione (in Liguria in particolare) gettando, così, le basi di quello che sarebbe divenuto, dopo qualche anno, uno dei settori più importanti dell'agricoltura salentina.A partire da quegli anni eccezionali e grazie a quegli uomini formidabili il settore florovivaistico ha registrato un trend di crescita esponenziale e con esso anche l'economia locale, intendendo come tale anche quella di molti comuni limitrofi, così che sostenere lo sviluppo di centinaia di aziende e di migliaia di lavoratori divenne un esigenza sentita a livello provinciale.
Fu così che il 18 dicembre 1999 tra l'Amministrazione Provinciale di Lecce, guidata dal Presidente Lorenzo Ria, i Sindaci dei Comuni di Taviano, Racale, Melissano, Alliste e numerosi imprenditori, florovivaistici e non, fu siglato l'atto costitutivo di Mercaflor srl.: una società mista, pubblico-privata, avente per oggetto la gestione del mercato dei fiori del Comune di Taviano e creata per supportare il settore con strutture e servizi reali alle imprese.Da allora Mercaflor gestisce uno dei sette mercati nazionali (Pescia, Viareggio, Napoli, Vittoria, Terlizzi e Leverano) alla produzione all'ingrosso di fiori recisi, fronde verdi, foglie, piante ornamentali e rappresenta uno dei principali centri di commercializzazione dell'Italia meridionale.La struttura si estende su un'area di 20.000 metri quadrati, di cui 8.000 coperti, ed è dotata di 246 posteggi destinati ai produttori di fiori recisi e 15 ai vivaisti, 18 box (destinati alla commercializzazione di prodotti, attrezzature e articoli connessi all'agricoltura) e 12 celle frigo.Per tre volte alla settimana (Lunedì-Mercoledi-Venerdi) i produttori salentini incontrano presso i locali di Mercaflor i loro clienti, rappresentati da commercianti al dettaglio e all'ingrosso provenienti da molti i comuni della provincia di Lecce, di Brindisi, di Taranto, di Bari, di Napoli, che provvedono a distribuire la produzione florovivaistica locale sia a livello provinciale sia a livello nazionale.
La mission di Mercaflor, però, non si limita solo ad offrire uno sbocco commerciale ai prodotti delle imprese florovivaistiche locali, funzione peraltro importantissima, ma a garantire, tra gli altri, anche servizi tesi alla:a) promozione dei prodotti locali e del settore in generale;b) internazionalizzazione delle imprese;c) trasparente ed equilibrata formazione dei prezzi;d) valorizzazione, promozione della ricerca e dello sviluppo tecnologico del settore;e) alla formazione professionale. In riferimento a questi aspetti gli ultimi anni sono stati ricchi di esperienze positive e di risultati eccezionali, pur in un contesto congiunturale difficile sia per le imprese private che per le finanze degli enti locali. Nonostante tutto, però, per raggiungere gli obiettivi di promozione delle produzioni, sia a livello nazionale che internazionale, Mercaflor ha promosso e sostenuto finanziariamente la partecipazione delle imprese locali a numerose fiere ed eventi specializzati, come Flora (Ercolano) nel 2007, nel 2008 e nel 2009, Miflor-Flormart (Padova) e Essen (Germania) nel 2008.Ha provveduto alla realizzazione del sito-vetrina , tradotto anche in inglese, per offrire ai produttori la possibilità di presenziare, ciascuno con il proprio minisito, sulla rete internet.Il riconoscimento del Distretto Florovivaistico "Puglia", l'ottenimento dell'uso dei marchi "Salento d'Amare" e "Fiori di Puglia" per le produzioni nostrane, promossi di concerto con l'Amministrazione Comunale di Taviano, sono ulteriori testimonianze del lavoro svolto e degli obiettivi raggiunti da Mercaflor nell'ambito della propria mission.La collaborazione con gli uffici l'ICE e con l'ISMEA ha permesso alla società di organizzare e sostenere economicamente sia incontri e convegni sulle tematiche della logistica e dei finanziamenti alle imprese sia della loro internazionalizzazione tanto da ospitare, nel 2008 e nel 2009, le delegazioni estere di operatori commerciali del settore provenienti da circa 30 nazioni differenti a cui sono state presentate le aziende, le produzioni e il ruolo di Mercaflor per il settore.
Le contrattazioni all'interno del mercato sono attualmente condotte mediante trattativa privata (all'araba) e quindi non permettono una trasparente ed equilibrata formazione del prezzo. Pertanto Mercaflor, coerentemente con i suoi scopi, ha attuato diverse azioni per promuover l'adozione di metodi di commercializzazione più moderni e che rappresentano una valida alternativa all'attuale sistema di vendita per una maggiore tutela dei produttori e delle loro produzioni. Mercaflor ha organizzato incontri e assemblee con la partecipazione di esperti del settore finalizzati alla promozione del sistema di vendita all'asta e ha sostenenuto economicamente circa 50 imprese salentine per effettuare un viaggio formativo-informativo (giugno 2009), presso uno dei mercati meglio organizzati e tecnologicamente avanzati in tema di asta telematica: il mercato di Scicli (Ragusa).

Relativamente ai temi della Valorizzazione delle produzioni, della Ricerca, dello Sviluppo tecnologico del settore, Mercaflor partecipa, come interlocutore unico per l'intera Regione Puglia, al Tavolo Florovivaistico Nazionale, presso il Ministero delle Risorse Agricole, e ha sempre apportato il proprio contributo per la realizzazione dei Piani Nazionali per il Florovivaismo, ottenendo, proprio recentemente, la gestione di un importante progetto, denominato GLOBAL CAP e finalizzato alla certificazione di processo e di prodotto, con particolare attenzione alla gestione collettiva che, ottimizzando le risorse, favorisce l'ottenimento dei certificati da parte di piccole e medie imprese.Da alcuni anni, inoltre, Mercaflor è sede formativa accreditata dalla Regione Puglia: le aule e il laboratorio multimediale accolgono, ogni anno, decine di corsi destinati sia ad operatori del settore sia a soggetti diversi. Anche per il futuro Mercaflor dovrà continuare a svolgere un ruolo strategico per il settore florovivaistico salentino e la sua azione a 360 gradi dovrà essere diretta a contribuire alla soluzione delle richieste degli operatori economici e alla realizzazione di quel grado di competitività necessario per vincere le difficili future sfide del mercato globale.

10 anni di impegno e lavoro per vincere le sfide del mercato globale alle nostre produzioni
a cira di Luca Portaccio
Presidente Mercaflor

 

Condividi questo articolo:

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 02 Aprile 2010 20:31 )  
Banner
Banner

 

AMMINISTRATORI & CITTADINI

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO, ANTICIPANDONE I CONTENUTI, IL MANIFESTO FIRMA...

 

VOLONTARIATO & SOCIETA'

1982 - 2017 35 anni di attività 7000 sacche di sangue raccolte !   di Giuliano CIRIO...

 

VOLONTARIATO & SOCIETA'

35 anni a favore di chi soffre (1982 – 2017)   Articolo / Comunicato a cura de...

 

ALLISTE / BILANCIO COMUNALE

Deliberazione n. 67/PRSP/2017  REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI SEZIONE R...

 

EMERGENZE SOCIALI

REDDITO di DIGNITA’ da Alliste e Felline arriva il buon esempio   di Giuliano Cirio...