Progetto Salento

Imprenditori, Istituzioni, Cittadinanza attiva, Protagonisti del Salento che cambia

Monday
Dec 11th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Politica e Attualità Politica POLITICA, GIUSTIZIA & CITTADINI

POLITICA, GIUSTIZIA & CITTADINI

E-mail Stampa PDF

INDAGINI GIUDIZIARIE

&

AVVISO DI GOGNA

 

di Salvatore D'Ambrosio

 

   

 

Caro  Giuliano,

dopo aver notato il tuo Post sulla tua pagina Facebook dedicato al padre di Matteo Renzi, permettimi come Cittadino Italiano di dirti grazie per una cosa che potrebbe anche sembrare incomprensibile, ma è una cosa importante.

 

Un gesto civile, come quello che facciamo quando diciamo buon giorno ad una persona o come quello che facciamo (o dovremmo fare) quando sul pullman cediamo il posto ad una persona anziana o sofferente.

Essere indagato in un Paese civile dovrebbe essere lo status di una qualsiasi persona che per un qualsiasi motivo si trova in una situazione, anche casuale, che induce la Magistratura - che comunque dovrebbe avere una funzione di garanzia -  a svolgere indagini per accertare se il Cittadino che si trova in tale situazione sia o meno responsabile di comportamenti contrari alla legge.

Tutto qui .

Ma il fatto che una persona è indagata non vuol dire che è un Cittadino colpevole; per affermare ciò non c'è neanche bisogno di fare riferimento ai sacri principi sulla presunzione di innocenza, perché il Cittadino in queste situazioni è un cittadino innocente, perché è un Cittadino e basta!

I principi sui quali non solo la nostra Costituzione (Articolo 27 2^ comma:

"L'imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva.", ma lo stesso Diritto internazionale è chiaro e perentorio, sia all’articolo 6, n. 2 della Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali - “Ogni persona accusata di un reato è presunta innocente sino a quando la sua colpevolezza non sia stata legalmente accertata” -, sia all’articolo 48 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea“Ogni imputato è considerato innocente fino a quando la sua colpevolezza non sia stata legalmente provata. Il rispetto dei diritti della difesa è garantito ad ogni imputato” ;

norme, queste, che hanno costituito la base del c.d. "Libro Verde" sulla presunzione di non colpevolezza, presentato nel 2006, nella sua versione definitiva, dalla Commissione delle Comunità europee, al quale ha fatto seguito la direttiva europea sulla presunzione di innocenza e sul diritto ad essere presente al processo, approvata dal Parlamento Europeo e dal Consiglio dell’Unione Europea.

 

PERCHE’ GIULIANO HO VOLUTO RINGRAZIARTI?  

Per più motivi:

il primo perché ho avuto la fortuna di aver incontrato all'alba della mia vita una donna Santa e giusta che era la mia Nonna, che era quanto e più di mia mamma, la quale mi ammoniva: non dire mai che un uomo è un ladro, o che una donna è una puttana.

Modo  di dire (citando due condizioni distanti dalla normalità) non accusare mai nessuno.

Aggiungeva mia nonna: non spetta a te giudicare, anche perché se non è vera l'accusa, si commette un peccato grave perché ferisci gravemente dei  figli di Dio innocenti.

Immensa saggezza di una donnina semplice e analfabeta.  

Oltre questa circostanza che mi ha sempre portato a sentire disagio ogni volta che sento vomitare veleno su persone, ho vissuto un'altra vicenda che mi ha arricchito l'esperienza di vita.

Facevo un corso di diritto aziendale presso un Istituto a Milano,  al quale partecipavano diverse altre persone. La mattina che arrestarono Enzo Tortora quando stavamo al corso, durante il break per il caffè, si avvicinò il compagno di corso con cui c'era la consuetudine di prendere il caffè assieme, e mi domanda: "hai visto i giornali?".

Gli rispondo di sì , e lui, molto turbato, mi dice : "sono sconcertato e scioccato, perché le mie persone hanno tenuto sotto controllo telefonico Tortora per tre mesi; ma non solo lui, sua figlia , la ex moglie e la compagna, senza avere riscontrato il minimo indizio che potesse suffragare l'accusa".

Si rese conto del mio disagio nel non capire chi fossero i "suoi uomini" e mi informó subito che era un ufficiale dell'arma che partecipava al corso in incognito.

Come poi andò la vicenda Tortora lo sappiamo.

A questi precedenti si aggiunge una amara e dolorosa vicenda personale, che mi ha maggiormente fatto capire perché bisogna rispettare sempre l'essere umano e non accusare mai nessuno.

Ecco, Giuliano, perché ti ho voluto ringraziare, per un semplice gesto di civiltà!

____________________________

 

 

Condividi questo articolo:

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 03 Marzo 2017 23:26 )  
Banner
Banner

 

AMMINISTRATORI & CITTADINI

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO, ANTICIPANDONE I CONTENUTI, IL MANIFESTO FIRMA...

 

VOLONTARIATO & SOCIETA'

1982 - 2017 35 anni di attività 7000 sacche di sangue raccolte !   di Giuliano CIRIO...

 

VOLONTARIATO & SOCIETA'

35 anni a favore di chi soffre (1982 – 2017)   Articolo / Comunicato a cura de...

 

ALLISTE / BILANCIO COMUNALE

Deliberazione n. 67/PRSP/2017  REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI SEZIONE R...

 

EMERGENZE SOCIALI

REDDITO di DIGNITA’ da Alliste e Felline arriva il buon esempio   di Giuliano Cirio...