Progetto Salento

Imprenditori, Istituzioni, Cittadinanza attiva, Protagonisti del Salento che cambia

Monday
Dec 11th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Politica e Attualità Politica ENTI LOCALI / I NODI AL PETTINE

ENTI LOCALI / I NODI AL PETTINE

E-mail Stampa PDF

Comunicato stampa sul

Consiglio Comunale

del 31/03/2017

Richiesta di dimissioni

dell’Assessore D. SCANDEREBECH


 

< Il gruppo Consiliare dell’Ancora, nella persona del Consigliere Capogruppo CLAUDIO LIVIELLO, ha censurato il comportamento dell’Assessore DONATUCCIO SCANDEREBECH, poco consono alla carica rivestita, invitandolo e diffidandolo a dimettersi, in conseguenza della sua ripetuta e sistematica assenza, sia in giunta, che in Consiglio.

Senza offesa alcuna nei confronti della persona, sotto l’aspetto istituzionale si ritiene che, di questi tempi, Alliste non si possa permettere che l’indennità assessorile (250,00 euro circa, al mese), venga corrisposta a chiunque che, anche per motivi personali e/o motivati che siano, non possa essere presente nell’assise in cui è stato chiamato.

Denunciamo la grottesca situazione, che si era già verificata nell’ultima amministrazione RENNA, con un altro fantomatico Assessore, che con continuità maniacale si sta ripetendo anche nell’Amministrazione RIZZO.

Chi non può essere presente è più opportuno che si dimetta, oppure che le indennità dallo stesso percepite, siano congelate e/o destinate ad altri scopi sociali, come i sussidi urgenti che il Sindaco RIZZO si affanna a dare alle famiglie più disagiate.

D'altro canto nella stessa squadra di maggioranza sono già pronti puledrini scalpitanti, pronti a sostituirlo; speranzosi che questi ultimi facciano il loro dovere!!

Nel frattempo, mentre altri comuni limitrofi, come Taviano e Melissano, hanno deliberato di ridurre le aliquote IMU e TARI, nel nostro Alliste, invece, con l’assenso della odierna maggioranza tutta, e con il voto contrario dei Consiglieri dell’Ancora, si confermano le tariffe già aumentate quasi al massimo, durante la scorsa Consiliatura (esempio: imponibile TARI case della marina al 100%; case di civile abitazione in paese + 18%; negozi abbigliamento +46%; parrucchieri +45%; ortofrutta, pescherie, fiori e piante + 52%, e così via…); mentre per IMU e addizionale IRPEF, si confermano le maggiorazioni di legge, non potendole aumentare per via della legge di stabilità; altrimenti ….a voi ogni immaginazione!

Inesitate sono, altresì, ben 22 richieste di compostiera, senza che, per ritardi non addebitabili al contribuente, sia accordato lo sconto del 30%, a decorrere dal deposito della relativa domanda.

Il gruppo evidenzia, infine, la criticità in cui si trova Alliste, per quanto concerne il corpo di Polizia Municipale, abbondantemente sotto organico, con ogni conseguenza del caso in termini di sicurezza per il paese, marine e Felline, verosimilmente per mancanza di risorse; nonostante siano andati in pensione alcuni dipendenti, non si è provveduto a reintegrare la pianta organica, come consentirebbe la normativa sugli Enti Locali, da ultimo emendata dal decreto mille proroghe, che ha sbloccato il turn-over nei comuni come Alliste; in sostanza, il Sindaco potrebbe assumere, ma non lo fa! >

Il Gruppo Consiliare

"L’ANCORA"

 

Condividi questo articolo:

Ultimo aggiornamento ( Domenica 02 Aprile 2017 22:23 )  
Banner
Banner

 

AMMINISTRATORI & CITTADINI

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO, ANTICIPANDONE I CONTENUTI, IL MANIFESTO FIRMA...

 

VOLONTARIATO & SOCIETA'

1982 - 2017 35 anni di attività 7000 sacche di sangue raccolte !   di Giuliano CIRIO...

 

VOLONTARIATO & SOCIETA'

35 anni a favore di chi soffre (1982 – 2017)   Articolo / Comunicato a cura de...

 

ALLISTE / BILANCIO COMUNALE

Deliberazione n. 67/PRSP/2017  REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI SEZIONE R...

 

EMERGENZE SOCIALI

REDDITO di DIGNITA’ da Alliste e Felline arriva il buon esempio   di Giuliano Cirio...