Progetto Salento

Imprenditori, Istituzioni, Cittadinanza attiva, Protagonisti del Salento che cambia

Saturday
Oct 19th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Scuola ed Enti Locali Cultura Dante Alighieri e il "Grande Fratello"

Dante Alighieri e il "Grande Fratello"

E-mail Stampa PDF
Reale ed attuale più che mai l'antico trucco di Semiramide citato dal Prof. Salvatore Marsano, nella "Lettera aperta a Dante Alighieri", sul numero 19 di "Progetto Salento".
Gli espedienti messi in atto dall'antica regina di Babilonia (... visse oscenamente accondiscende alla lussuria, che inserì nel suo codice la liceità di ogni sfrenatezza del vizio sessuale ) ci vengono oggi riproposti in chiave moderna da alcuni noti rappresentanti di governo, nonché detentori di importanti mezzi di comunicazione e di informazione.
Questa iniziativa strategica può ancora oggi essere attuata (e registra, ahimè, un sempre più elevato indice di gradimento) grazie soprattutto alla piena disponibilità di quei "poveri illusi" quali, ad esempio, i giovani protagonisti del "Grande Fratello" o programmi giù di lì.
Si pretende, d'altra parte, di diventare personaggi famosi senza compiere alcuno sforzo concreto o sacrificio, con la sola convinzione di dover dimostrare alla società di oggi unicamente la capacità di saper rimanere sdraiati su un divano per diversi mesi, con le gambe spesso protese in aria e qualche "bestemmia ad effetto" da urlare di tanto in tanto, nei momenti più opportuni.
Per conoscere l'altra faccia della medaglia basta chiedere ad autentici e noti personaggi dello spettacolo (come i pugliesi Al Bano e Lino Banfi) al costo di quanti e quali veri sacrifici hanno raggiunto la loro meritata celebrità.
Esiste anche la possibilità (ma solo per le ragazze più avvenenti, e carine) di una scorciatoia: trovare il modo per farsi notare da qualche "Lele Mora" di turno, per fulminanti carriere da "soubrette" o "veline".
I sempre più numerosi fans del "reality" non me ne vogliano, ma a livello personale mi sentirei molto più orgoglioso se , con il termine "gieffino", venissero indicati, ad esempio, i più meritevoli giovani agenti della Guardia di Finanza, anziché quei "ragazzotti" esibizionisti e nullafacenti, dalle idee abbastanza confuse, almeno su ciò che conta realmente nella vita.
Tornando alla "Divina Commedia", nella versione rivista da Salvatore Marsano, per non discostarmi troppo dal tema sarei tentato di consigliare come utile terapia, ai sempre più numerosi aspiranti alla "pseudo-celebrità" di mettere a dura prova le loro discutibili qualità (un po' come avviene per l'Isola dei Famosi, un po' come avviene per la regola del contrappasso nell'Inferno dantesco) scegliendo di trascorrere l'intero lasso di tempo richiesto dalla trasmissione in un posto in condizioni particolarmente estreme e precarie, magari ad una certa profondità della terra, un'opportunità unica per sentirsi davvero protagonisti di un romanzo alla Giulio Verne, anziché noiosissimi e banali ospiti in una scontatissima atmosfera da salotto ... e non solo.
Mi sovviene a questo punto la vicenda a lieto fine, dello scorso agosto, dei 33 minatori cileni costretti a rimanere a 700 metri di profondità per una settantina di giorni (vedi Progetto Salento n. 17 pag. 17). Non la penso, ovviamente, in termini davvero così drastici ma, data la monotona ripetitività di certi generi di trasmissioni televisive, ritengo che solo ed esclusivamente dinanzi a casi di vere tragedie, qual è stata appunto quella dei minatori del Cile, uno spettatore televisivo riesca ancora a comprendere e immedesimarsi in chi si dispera in lacrime per non poter vedere la propria mamma e non sicuramente perché si stia partecipando ad una trasmissione come " Il Grande Fratello".
" Te la do io la depressione da reality ... " direbbe Beppe Grillo, uomo-artista coraggioso e capace ed autentica celebrità dello spettacolo, proprio come il bravo Roberto Benigni.

di Tonio Scanderebech
tratto da Progetto Salento n.20

Condividi questo articolo:

 
Banner
Banner

 

AMMINISTRATORI & CITTADINI

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO, ANTICIPANDONE I CONTENUTI, IL MANIFESTO FIRMA...

 

VOLONTARIATO & SOCIETA'

1982 - 2017 35 anni di attività 7000 sacche di sangue raccolte !   di Giuliano CIRIO...

 

VOLONTARIATO & SOCIETA'

35 anni a favore di chi soffre (1982 – 2017)   Articolo / Comunicato a cura de...

 

ALLISTE / BILANCIO COMUNALE

Deliberazione n. 67/PRSP/2017  REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI SEZIONE R...

 

EMERGENZE SOCIALI

REDDITO di DIGNITA’ da Alliste e Felline arriva il buon esempio   di Giuliano Cirio...