Progetto Salento

Imprenditori, Istituzioni, Cittadinanza attiva, Protagonisti del Salento che cambia

Thursday
May 23rd
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Scuola ed Enti Locali Enti Locali CITTADINI E AMMINISTRATORI

CITTADINI E AMMINISTRATORI

E-mail Stampa PDF

Taviano /

Strisce blu

Invasione barbarica oppure

ordinaria amministrazione?

di Prisca Manco

 di PRISCA MANCO


   


In questi giorni nella ridente città dei fiori, si stanno predisponendo i parcheggi a pagamento, che paiono proliferare, dando in realtà attuazione al vecchio piano traffico, già vigente per il Comune di Taviano.

In città e sul web, però, le polemiche non si sono fatte attendere, scatenando polveroni, tra proposte di car sharing e raccolta firme contro le tanto odiate strisce blu.


 

Invasioni barbariche o ordinaria amministrazione, dunque?

Abbiamo approfondito la questione, accogliendo la richiesta dei cittadini di parlarne. 

Sul social, intanto, esplode la polemica, con tanto di foto e lamentele che considerano questo piano traffico e in particolare l’ampliamento  (messo in atto a mezzo nuove strisce blu in molte arterie cittadine) ingiusto, esagerato e fuori da ogni logica.



A disciplinare l’utilizzo delle strisce blu ci pensa il Codice della strada che, all'art. 7, comma 8, recita "qualora il comune assuma l'esercizio diretto del parcheggio con custodia o lo dia in concessione ovvero disponga l'installazione dei dispositivi di controllo di durata della sosta su parte della stessa area o su altra parte nelle immediate vicinanze, deve riservare una adeguata area destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta".

Noi abbiamo raccolto le dichiarazioni delle diverse parti politiche tavianesi, ascoltando ciò che avevano da dirci amministratori e opposizioni.

La sosta a pagamento spiega il sindaco Tanisi in un post fb conseguente ai primi rumor degli utenti in rete - è prevista nei tratti dove in questi anni maggiori sono state le criticità per la viabilità e il traffico, con disagi considerevoli per residenti e automobilisti”.

Le strisce erano previste dal vigente Piano Traffico  - ci spiega il vicesindaco Francesco Pellegrino, al quale ci siamo rivolti per capire meglio - e sono state ripristinate anche su pressante sollecitazione di commercianti e residenti che già avevano sperimentato questa soluzione negli anni precedenti. Gli ampliamenti interessano zone nevralgiche della città, che hanno costituito e costituiscono oggi criticità per soste e transito per i cittadini e chi è oggi scettico si accorgerà ben presto che quelle situazioni sono destinate a migliorare, nella vivibilità di tutti e quindi anche nella loro. Questa nuova fase è stata avviata nel rispetto assoluto dei parametri di legge e nel rispetto delle proporzioni dovute in riferimento ed a vantaggio dei  parcheggi senza pedaggio: la natura, per alcuni aspetti sperimentale, della stessa  implica la rettifica di quanto sarà eventualmente necessario, anche in base alle segnalazioni dei cittadini ed alle situazioni oggettive che saranno riscontrate. I costi previsti sono stati addirittura ridotti quanto alla sosta minima che parte da 0.10 e 0.30 centesimi ed il tutto sarà presto illustrato in maniera capillare dalla amministrazione, appena il servizio sarà pronto per partire. Quanto a sovrapposizione di segnaletiche le (invero poche) situazioni che risultano apparentemente contraddittorie o quasi paradossali saranno ovviamente regolarizzare subito: sono solo dovute al fatto che le ditte incaricate a tracciare la segnaletica orizzontale, blu e bianca, sono differenti e non agiscono in contemporanea per ovvie ragioni logistiche.  

Questo può provocare apparenti disguidi sino a quando i cantieri non avranno terminato i loro compiti. E' evidente che certe anomalie sono solo temporanee e non funzionali e saranno risolte immediatamente da chi è preposto tecnicamente a queste funzioni.  Il controllo sarà demandato a personale aggiuntivo che sarà a costo zero per i cittadini e la PM non sarà in alcun modo "deresponsabilizzata", ma anzi sarà chiamata ad uno sforzo maggiore per il controllo generale delle varie necessità o criticità . Chi pensa, o peggio ancora specula, che le temporanee evidenti anomalie possano essere volute o previste addirittura dagli amministratori lo fa in modo strumentale, volendo accendere polemiche senza neppure attendere l’ultimazione dei lavori: polemiche che ci rifiutiamo di alimentare , continuando a restate a continua disposizione dei tavianesi e a lavorare, anche in silenzio,  ogni giorno per fare ripartire e migliorare questa Città”.

Pare, però,  non la pensino così i consiglieri di opposizione.

A nostro avviso – dichiara il consigliere di opposizione, Salvatore Trisolino movimento 5 Stelle Tavianola delibera che ha dato avvio a questo progetto presenta un vizio di forma.

Il Tar Liguria, con sentenza n.95 del 2017 rileva un "difetto di motivazione di istruttoria, sviamento in quanto gli atti impugnati non motivano in alcun modo la sussistenza dell’interesse pubblico che giustificherebbe l’aumento del numero dei parcheggi a pagamento". Anche il Tribunale Amministrativo, quindi, mette in risalto le modalità e gli obiettivi che ogni amministratore dovrebbe perseguire: agire nell'interesse di tutta la collettività. Questo a Taviano non è avvenuto e, pertanto, chiediamo l’annullamento della delibera utilizzando, nelle more delle eventuali nuove determinazioni, i vecchi spazi previsti dalla Delibera G. C. n. 229 del 20/09/2006. Chiediamo, infine, l’avvio di uno studio volto all’individuazione di reali esigenze relative al traffico e alla circolazione per consentire una nuova rideterminazione delle aree regolamentate con sosta a pagamento”.

 I pentastellati, intanto, invitano i cittadini tavianesi a recarsi al parco Ricchello domenica prossima, 28 maggio per depositare le proprie firme atte a “RIDURRE LE AREE REGOLAMENTATE CON SOSTA A PAGAMENTO si legge sulla loro bacheca fb - Una petizione popolare al fine di contestare la rideterminazione delle aree regolamentate con sosta a pagamento come previsto dalla Delibera di Giunta Comunale n.322 del 01/12/2016. Riteniamo che non ci sia nessun interesse pubblico, nessun vantaggio per la collettività, nessuna valida motivazione e nessuno studio che giustifichi oggettivamente l'ampliamento degli stessi stalli.

I più importanti fattori da considerare, quando si intraprende un' azione del genere, sono: il parere della collettività affiancato ad uno studio fatto da professionisti del settore per determinare un pubblico interesse (unico e solo scopo da perseguire). Pertanto, chiediamo all'Amministrazione l'annullamento della Delibera di Giunta Comunale n.322 del 01/12/2016 e l'avvio di uno studio volto all'individuazione di reali esigenze relative al traffico e alla circolazione”.  

La reazione dei consiglieri di opposizione “Taviano Libera”, guidati dall’ex sindaco Portaccio non tarda certo ad arrivare. “[…] i vecchi parcheggi a pagamento – si legge sulla bacheca fb del movimento-  sono stati istituiti non dall’Amministrazione Portaccio, ma dall’Amministrazione D’Argento con delibera di G.C. n.229 del 20/09/2006 e con successiva delibera di C.C. n.65 del 29/11/2007, parcheggi a pagamento e strisce blu che Tanisi e Company hanno aumentato in modo spropositato sia come vie e sia come tariffa oraria portandola a 80 centesima l’ora. Questi signori ancora non sanno che l’organo politico non può e non deve intervenire in sede di predisposizione di gara. Il ricavato dei parcometri andrà quasi tutto all’azienda privata che gestirà il servizio, e ai servizi sociali non andrà assolutamente nulla!

Continueremo a seguire la vicenda e a fornirne gli aggiornamenti. 



Condividi questo articolo:

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 26 Maggio 2017 18:53 )  
Banner
Banner

 

AMMINISTRATORI & CITTADINI

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO, ANTICIPANDONE I CONTENUTI, IL MANIFESTO FIRMA...

 

VOLONTARIATO & SOCIETA'

1982 - 2017 35 anni di attività 7000 sacche di sangue raccolte !   di Giuliano CIRIO...

 

VOLONTARIATO & SOCIETA'

35 anni a favore di chi soffre (1982 – 2017)   Articolo / Comunicato a cura de...

 

ALLISTE / BILANCIO COMUNALE

Deliberazione n. 67/PRSP/2017  REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI SEZIONE R...

 

EMERGENZE SOCIALI

REDDITO di DIGNITA’ da Alliste e Felline arriva il buon esempio   di Giuliano Cirio...