Progetto Salento

Imprenditori, Istituzioni, Cittadinanza attiva, Protagonisti del Salento che cambia

Sunday
Jul 22nd
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

TORRE DELL'ORSO

E-mail Stampa PDF

Ottobre, noi continuiamo ad andare al Mare 

Con il progetto VEROBLU – Educamp Torre dell’Orso

Attività gratuite per tutti i ragazze e le ragazze da 14 a 35 anni

Dr. M. Antonazzo

 

 Continuano le attività, per tutti i fine settimana, nell’Area Naturale Pineta Costiera di Torre dell’Orso – SIC – Sito di Importanza Comunitaria, affidata in concessione, dal Comune di Melendugno, ad Alba Mediterranea a partire da Agosto 2016; un’area naturale di rara bellezza restituita alla fruizione di cittadini e turisti; ristrutturate le due casette in legno, rifatte le staccionate, messe in sicurezza i sentieri, creati sentieri con pannelli descrittivi della flora dell’area, inaugurata la Mostra di Storia Naturale del Salento, redatte guide e mappe, sfalciato erba, diradato gli alberi, puliti i sentieri; tanto abbiamo fatto ma tanto resta ancora da fare ma motivati a rendere fruibile una delle aree naturali più belle del Salento e della Puglia.

Il Progetto VEROBLU, finanziato, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù, ad Alba Mediterranea in partnership con Assonautica di Lecce, è finalizzato a creare le condizioni per la valorizzazione degli habitat naturalistici terrestri del SIC Torre dell’Orso e dell’area marina prospiciente il medesimo Sito attraverso servizi ed attività ecocompatibili che consentano la piena fruizione del bene per finalità educative, didattiche, sociali e di attrazione turistica.

Area naturale aperta alle visite ed alle attività di tutte le scuole di ordine e grado, esperienza entusiasmante dove si coniuga la natura con la bellezza dei luoghi, la didattica con l’apprendimento sul campo, il contatto con la flora e la fauna del Salento.

Ogni fine settimana, fino al mese di dicembre 2016 e su prenotazione, è possibile fare attività nell’area naturale ed attività al mare, meteo permettendo. In particolare, Visita guidata della Mostra di Storia Naturale del Salento: un viaggio che,  attraverso la visita a 28 pannelli (100x80cm) che illustrano e commentano circa 800 specie di piante ed animali che è possibile rinvenire nei vari habitat naturalistici del  Salento  (zone umide, macchia mediterranea, gariga, boschi, habitat ipogeo, pascoli e coltivi, habitat marino roccioso e sabbioso, costa rocciosa e costa sabbiosa), e che renderà edotti sui principali elementi endemici, transadriatici, rari o comuni della flora e fauna locali.

Passeggiata, anche con accompagnatore, nella Pineta e sulla scogliera del SIC di Torre dell'Orso, con finalità educativa, per promuovere e sviluppare la conoscenza e il rispetto dell’ambiente locale attraverso lo studio e l’osservazione degli ecosistemi locali salentini e dei microhabitat presenti sul territorio del SIC, della flora e fauna tipiche, favorendo anche stili di vita sani attraverso lo stare insieme e l'educazione ecologica. Nel corso dell'escursione si avrà modo di riconoscere le piante della macchia mediterranea e le specie rupicole del SIC e di ammirare i maestosi paesaggi costieri mozzafiato delle alte falesie di Torre dell'Orso e degli scogli noti come "le due sorelle". Escursione naturalistica in barca a vela, o in canoa, lungo la costa SUD del SIC: una affascinante esperienza a contatto con lo sport e la natura per conoscere in modo ecocompatibile luoghi e specie animali e vegetali marine locali. In un contesto allo stesso tempo ludico e didattico i partecipanti verranno impegnati nella navigazione a vela o con canoa, ed, allo stesso tempo, verranno sensibilizzati alle tematiche ambientali legate al mare. Il messaggio fondamentale di questa esperienza è che la vita lo sport sono fondati sullo spirito della collaborazione e della cooperazione.

L’area SIC Torre dell’Orso, gestita dall’Associazione Alba Mediterranea garantisce: visite guidate tematiche, escursioni a piedi e/o in mountain bike con soste presso le entità vegetali maggiormente rappresentative dell'area naturalistica condite da interessanti racconti sulle curiosità e/o gli usi nella medicina popolare locale delle varie specie, passeggiate naturalistiche, percorsi in bicicletta e mountain bike, birdwatching, snorkeling, navigazione a vela, escursioni in barca a vela ed in canoa, windsurf, kite surf, orienteering, tour fotografici, laboratori di educazione ambientale, degustazioni guidate, yoga, degustazione di prodotti tipici locali, running, spettacoli, fiabe animate, ecogiochi, educazione ambientale, partecipazioni a laboratori ed escursioni naturalistiche, osservazione notturna delle stelle. La partecipazione sarà libera e/o soggettta a prenotazione. Viene garantito: Parcheggio gratuito, accettazione di gruppi, attività didattiche, servizi igienici, welcome desk, wifi/internet, area sosta e punto ristoro con degustazione di prodotti tipici locali.

Molte attività sono già programmate da ottobre a dicembre 2016, altre sono in programmazione per il prossimo anno a partire dal primo marzo 2017; Per tutta la durata del progetto, Dicembre 2017, le attività sono gratuite per i ragazzi da 14 a 35 anni, fino al raggiungimento degli obiettivi progettuali.

Il Progetto è finalizzato a creare le condizioni per la valorizzazione degli habitat naturalistici terrestri del SIC Torre dell’Orso e dell’area marina prospiciente il medesimo Sito attraverso servizi ed attività ecocompatibili che consentano la piena fruizione del bene per finalità educative, didattiche, sociali e di attrazione turistica.

Per informazioni ed approfondimenti è possibile contattare la segreteria organizzativa sita a Lecce in Via 95° Reggimento Fanteria 157 - Lecce. Tel/fax 348.5813525 (Mimmo Prisciano – Presidente) oppure all’indirizzo e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , www.albamediterraneaveroblu.it. Facebook: albamediterraneassociazione  

 

Location delle attività è il SIC Torre dell’Orso (IT9150004), situato nel territorio del comune di Melendugno (LE):ha una superficie di circa 65 ha. Il sito è importante dal punto di vista paesaggistico. Un cordone dunale popolato da ginepri separa la spiaggia da una pineta costiera a pino d’Aleppo (Pinus halepensis). La pineta si erge su un substrato di sabbia di origine artificiale. Il sito è caratterizzato anche dalla presenza di pareti rocciose colonizzate da una vegetazione tipica di falesia come il Brullo (Plantago grovesii - indicato nella Lista Rossa Regionale) e formazioni di macchia. E’ da segnalare la presenza di altre due specie a rischio di estinzione come Erica forskalii (= E. manipuliflora) (riportata all’interno della Lista Rossa Nazionale) e la Baldellia ranunculoides (indicata nella Lista Rossa Regionale).Il sito è arricchito anche dal corso del piccolo fiume dulcicolo "Brunese", in parte cementificato, che sfocia in mare attraversando la pineta e che, prescindendo da limitate zone più interne a bassa macchia o gariga, ospita fauna e flora di zone umide. Sulla costa rocciosa si aprono infine alcune grotte costiere che, unitamente agli scogli frontalieri noti come "due sorelle", ospitano particolare avifauna.L’area è molto importante anche per la presenza di elementi di grande interesse archeologico (es. la grotta-santuario di San Cristoforo, scavata sin dalla seconda metà del IV secolo a. C. e sulle cui pareti sono ancora visibili graffiti ed iscrizioni greche, latine e cristiane datate tra il I a.C. e il XIII secolo d.C.) e la cripta medievale del Brunese.

Condividi questo articolo:

Ultimo aggiornamento ( Martedì 11 Ottobre 2016 18:51 )  
Banner
Banner

 

AMMINISTRATORI & CITTADINI

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO, ANTICIPANDONE I CONTENUTI, IL MANIFESTO FIRMA...

 

VOLONTARIATO & SOCIETA'

1982 - 2017 35 anni di attività 7000 sacche di sangue raccolte !   di Giuliano CIRIO...

 

VOLONTARIATO & SOCIETA'

35 anni a favore di chi soffre (1982 – 2017)   Articolo / Comunicato a cura de...

 

ALLISTE / BILANCIO COMUNALE

Deliberazione n. 67/PRSP/2017  REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI SEZIONE R...

 

EMERGENZE SOCIALI

REDDITO di DIGNITA’ da Alliste e Felline arriva il buon esempio   di Giuliano Cirio...