Progetto Salento

Imprenditori, Istituzioni, Cittadinanza attiva, Protagonisti del Salento che cambia

Monday
Jun 25th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Territorio e Ambiente Territorio Il Parco Culturale del Dolmen "Scusi"

Il Parco Culturale del Dolmen "Scusi"

E-mail Stampa PDF
parcoIl Parco Culturale del Dolmen "Scusi" è un progetto di conservazione, valorizzazione e fruizione degli itinerari megalitici intorno all'omonimo dolmen, che consente di potenziare il volume attrattivo della campagna locale, particolarmente ricca di sedimenti e testimonianze megalitiche.
Il Premio Teknè, processi di contestualizzazione dell'arte urbana, assegnato anche ai progettisti del Parco Culturale del Dolmen "Scusi"ed in ex aequo al Comune di Monteroni di Lecce, è stato organizzato dall'Osservatorio Urbanistico omonimo, ed è da considerarsi come un vero e proprio concorso di idee e proposte, dove il Comune di Calimera assegna all'opera pubblica giudicata più interessante e confacente ai canoni di contestualizzazione urbana, attraverso l'insindacabile giudizio di una commissione tecnica appositamente costituita, che si è pronunciata dopo aver visionato le clip dei ventuno progetti selezionati, ammessi in finale dopo un primo esame di circa cinquanta candidature. Il riconoscimento si è arricchito quest'anno della partecipazione di ben 49 Comuni della provincia di Lecce ed ha ottenuto il patrocinio di Regione Puglia, Provincia di Lecce, Università del Salento, Accademia di Belle Arti, Istituto di Culture Mediterranee della Provincia di Lecce, Ordine degli Architetti, Ordine degli Ingegneri, Scuola Edile e Azienda di Promozione Turistica.
Con il Parco del Dolmen "Scusi", Minervino di Lecce propone un circuito di percorsi di natura che possono accrescere il fascino di una terra ricca e spiritualmente profonda. Un itinerario che si configura come una vera e propria passeggiata del benessere tra ulivi plurisecolari e millenari, muretti a secco e viottoli di campagna. Un cammino della salute e del relax incorniciato da centinaia di blocchi di pietra argentati che richiamano la fisionomia del territorio in epoca pre-romana e pre-ellenica. Percorrere questo tragitto esclusivo non significa soltanto seguire gli odori e i colori di un pezzo spettacolare della campagna salentina, ma ancor più immergersi in un mondo misterioso e magico, quello della civiltà megalitica, di popolazioni remote che possiamo tentare di conoscere solo attraverso le poche sopravvivenze architettoniche appartenenti alla loro organizzazione sociale. Quest'architettura strategica sostiene la ferrea volontà di rappresentare su larga scala il patrimonio "particolare" da suggerire ad un godimento "generale" come nel caso del Comune di Minervino di Lecce che ha organizzato con cura, attenzione, rispetto e passione un percorso di fruizione turistico - culturale nell'area dove si erge da millenni il dolmen "Scusi", magnifica opera di fattura preistorica che contribuisce ad arricchire il tesoro di bellezze megalitiche che fanno di questo territorio uno dei più interessanti sul piano delle novità storico artistiche da comunicare all'esterno attraverso una capillare ed efficace attività di comunicazione e marketing.
Posto in aperta campagna, sulla via che da Minervino di Lecce conduce ad Uggiano la Chiesa, il dolmen "Li Scusi" è uno dei monumenti preistorici più rappresentativi del territorio salentino. Il monumento preistorico è ubicato nel fondo Scusi, che in dialetto significa "scundere", in quanto il dolmen potrebbe essere stato utilizzato come nascondiglio. Il megalite è composto da una lastra di calcare non lavorata, di metri 3.80 x 2.50, poggiato ad un metro dal suolo su otto pilastri, dei quali solo uno è monolitico, mentre gli altri pilastri sono costituiti da pietre sovrapposte. Il lastrone presenta un foro del diametro di 20 centimetri, che lo attraversa da parte a parte. Non è certa la destinazione di questo monumento, anche se le ipotesi più accreditate sono quelle che vi vedono una funzione cultuale oppure funeraria. Con il Parco del Dolmen "Li Scusi" viene proposto un percorso fra la cultura e la natura, una passeggiata tra ulivi plurisecolari e millenari, muretti a secco e viottoli di campagna, che contribuisce ad accrescere il fascino di una terra ricca di profonda spiritualità. Percorrere questo tragitto esclusivo significa seguire i profumi e i colori di un tratto caratteristico della campagna salentina, immersi in un mondo misterioso e magico, quello della civiltà megalitica. Dolmen e menhir, infatti, sono esempi straordinari di una cultura ancestrale che, grazie a questo progetto, giunge fino ai giorni nostri.
a cura di Maurizio Antonazzo

Condividi questo articolo:

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 07 Settembre 2017 15:18 )  
Banner
Banner

 

AMMINISTRATORI & CITTADINI

RICEVIAMO & PUBBLICHIAMO, ANTICIPANDONE I CONTENUTI, IL MANIFESTO FIRMA...

 

VOLONTARIATO & SOCIETA'

1982 - 2017 35 anni di attività 7000 sacche di sangue raccolte !   di Giuliano CIRIO...

 

VOLONTARIATO & SOCIETA'

35 anni a favore di chi soffre (1982 – 2017)   Articolo / Comunicato a cura de...

 

ALLISTE / BILANCIO COMUNALE

Deliberazione n. 67/PRSP/2017  REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI SEZIONE R...

 

EMERGENZE SOCIALI

REDDITO di DIGNITA’ da Alliste e Felline arriva il buon esempio   di Giuliano Cirio...